Che fine hanno fatto i 13 ucraini dell’Isola dei serpenti: ecco come stanno davvero le cose

0
453

Dopo che nelle ultime ore si è diffusa a macchia d’olio sul web la notizia di un gruppi di soldati ucraini che mandano al diavolo la controparte russa su una nave, arriva la verità sulla presunta morte 

Nelle ultime ore è diventata virale la notizia di un gruppo di soldati ucraini, 13 per la precisione, che mentre si trovavano sull’isola dei Serpenti nel Mar Nero avrebbe mandato al diavolo una nave da guerra russa.

verità-video-soldati-ucraini-uccisi-nave-russa

Nella clip in questione si sente un acceso botta e risposta fra la parte ucraina e i militari russi. Questi ultimi, a bordo di una nave da guerra, avevano intimato al gruppo di ucraini di arrendersi. Ma invano.

Il video è infatti diventato virale proprio per la risposta dei 13 uomini che hanno mandato al diavolo i militari russi

LEGGI ANCHE => CRISI UCRAINA, SI SCHIERA ANCHE GOOGLE: ECCO COME PROTEGGE GLI UCRAINI

Nel giro di pochissimo tempo si è diffusa la convinzione che i coraggiosi soldati siano stati uccisi, alimentando come conseguenza inevitabile la propaganda occidentale anti-russa.

Ma le cose stanno davvero così?

Che fine hanno fatto i 13 soldati ucraini sull’isola dei serpenti: ecco la verità

“Questa è una nave da guerra, una nave da guerra militare russa. Vi suggerisco di deporre le armi e di arrendervi per evitare inutili spargimenti di sangue. Altrimenti sarete bombardati”, hanno comunicato i russi alla controparte ucraina.

Un messaggio, questo, che ha immediatamente lasciato presagire il peggio.

Gli uomini, infatti, avevano risposto: “Nave da guerra russa, vai a farti fottere”lasciando sempre più spazio alla convinzione che i 13 militari ucraini fossero rimasti uccisi sotto i bombardamenti dei russi.

LEGGI ANCHE => LA RUSSIA INVADE L’UCRAINA: PERCHÉ? TUTTE LE RAGIONI DEL CONFLITTO

Un gesto, questo, che aveva trovato il ringraziamento e le lodi da parte del presidente Volodymyr Zelensky, il quale aveva ringraziato il loro atto eroico notificando che sarebbero stati insigniti del riconoscimento postumo di Eroe dell’Ucraina.

LEGGI ANCHE => BOMBE SULL’UCRAINA, IL DIPLOMATICO DI KIEV AI RUSSI: “CRIMINALI, FINIRETE DRITTI ALL’INFERNO”

Ma le cose non stanno davvero così. Nelle ultime ore, infatti, è stata la stessa marina ucraina a smentire la notizia.

Sulla sua pagina Facebook ha infatti reso nota la “forte convinzione che tutti i difensori ucraini dell’isola di Zmiinyi possano essere vivi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here