La piccola Maddie McCann usata per un hamburger: clamorosa mancanza di scrupoli – scatta la denuncia

0
421

Una pubblicità a dir poco assurda, dove viene sfruttato il volto della povera Maddie McCann per il marketing di un hamburger. 

Ha davvero dell’incredibile quanto accaduto in Gran Bretagna, dove la Otley Burger Company – un’azienda da asporto situata a Leeds, nell’Inghilterra del nord – ha pensato di utilizzare l’immagine della bimba scomparsa in Portogallo nel 2007 per una serie di annunci pubblicati sulle proprie bacheche social.

Maddie McCann

Ma cosa veniva riportato in queste inserzioni pubblicitarie? In alcune immagini compariva la piccola Maddie assieme a sua madre, Kate McCann, mentre in altre inserzioni si vedeva un uomo che correva con un’immagine di Madeleine tra le mani.

Ma la cosa peggiore di tutte sono le didascalie utilizzate dalla Otley Burger Company per pubblicizzare l’hamburger. “Con gli hamburger così buoni lascerai i tuoi bambini a casa. Qual è la cosa peggiore che potrebbe accadere. Buona festa della mamma a tutte le mamme là fuori”.

Denunce e reclami: l’azienda costretta a togliere i post pubblicitari

Per farla breve, l’obiettivo dell’azienda da asporto era quello di far passare il messaggio che se si mangia a casa non succede nulla ai propri figli. Ma ovviamente si tratta di una trovata disgustosa, che ha scatenato una valanga di polemiche nel Regno Unito e sui social.

Sono già arrivate diverse denunce e una serie di reclami alla Advertising Standards Authority (ASA) in seguito alla pubblicazione di questi incredibili annunci pubblicitari su una serie di piattaforme, tra cui Twitter, Instagram e Facebook.

L’ASA ha invitato tutti i social a rimuovere questi contenuti. La stessa Otley Burger Company, rendendosi (finalmente) conto del polverone sollevato, ha provveduto a rimuovere i post, assicurando che non sarebbero mai più comparsi.

Maddie McCann

Tuttavia, in Gran Bretagna il proprietario di questa azienda da asporto è molto noto per aver già dato sfoggio in passato di trovate pubblicitarie di dubbio gusto. 

Joe Scholey, 29 anni, lo scorso anno pubblicò l’immagine di una madre, Karen Matthews, che fingeva il rapimento di sua figlia Shannon. Ma non è tutto, perché Scholey si è fatto notare anche durante la festa del papà del 2021, quando ha scelto di pubblicare inserzioni con alcuni famosi assassini: tra questi il necrofilo Jimmy Saville. 

Nessuna prova contro Brueckner: ma in Portogallo si cerca ancora Maddie

“Non mi importa se le persone si sentono offese da queste campagne pubblicitarie – aveva detto il proprietario della ditta – Qualche tempo fa ne pubblicai una che portò molti soldi. E ho pensato, perché non farlo di nuovo?”. Ha mantenuto fede alla promessa, ma stavolta è finito davvero nei guai.

Nel frattempo non si fermano le ricerche della piccola Maddie McCann, scomparsa la sera di giovedì 3 maggio 2007 a Praia da Luz, una località di villeggiatura nella regione di Algarve, in Portogallo.

Non sono emerse prove nei confronti di Christian Brueckner, sospettato numero uno, ed è per questo che le autorità inglesi sarebbero pronte a chiudere le indagini. Non sono di questo avviso i colleghi portoghesi, che ritengono che la chiusura del caso sia “del tutto fuori questione”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here