Perde l’orsacchiotto a Roma, bimba disperata | La ricompensa dei genitori a chi lo ritrova

0
144

In questi giorni sono davvero moltissimi i turisti in visita a Roma per ammirare le bellezze della Capitale, nonostante le temperature asfissianti di questa ennesima ondata di calore che sta interessando l’Italia. 

Tuttavia, durante la permanenza nella Città Eterna può anche accadere che qualcosa vada storto. E’ proprio ciò che è successo ad una bambina francese, precisamente di Marsiglia, che ha perduto il suo peluche preferito mentre si trovava in vacanza con i suoi genitori a Roma.

orsacchiotto perso

Caroline-Marie non riesce proprio a darsi pace per la scomparsa del suo orsacchiotto preferito. La bimba si è accorta di aver perso il suo peluche l’11 luglio, durante il rientro a casa: la piccola è scoppiata nella disperazione più totale.

Una perdita talmente grave che ha spinto i suoi genitori, entrambi francesi, a tappezzare le strade di Roma di annunci relativi proprio al peluche scomparso. “Cercasi orsacchiotto perduto – si legge nell’annuncio che si trova in ogni angolo di Roma – Caratteristica speciale: una zampa nera”.

“Se mi trovi, i miei genitori torneranno a Roma per me”, si legge ancora nell’annuncio. I turisti francesi garantiscono una lauta ricompensa a coloro che riusciranno a ritrovare l’orsacchiotto: ben 500 euro.

“Ho rifatto lo stesso percorso ma non l’ho trovato”

Per raggiungere più persone possibili, i genitori di Caroline-Marie hanno deciso di lanciare l’appello anche online, specialmente sui social: si spera che l’ampia diffusione possa consentire di ritrovare più facilmente l’orsacchiotto.

La famiglia ha detto al quotidiano La Repubblica di essersi accorti della perdita del peluche solo a Mentone, dopo cinque giorni di vacanza in Italia.

orsacchiotto perduto

“Abbiamo alloggiato presso l’aparthotel Adagio in via Damiano Chiesa dove siamo rimasti per quattro notti, camera 504 – il racconto dei genitori al quotidiano La Repubblica – La mattina del quinto giorno abbiamo chiuso i bagagli per partire, ho messo l’orsacchiotto in una delle mie borse proprio per non dimenticarlo, infine ho caricato tutto nella macchina, che era parcheggiata nel seminterrato dell’hotel”.

Dopo aver svolto alcune commissioni in zona Prati in autobus, la famigliola è partita da Roma per rientrare in Francia in macchina. Ma una volta superata la frontiera si sono accorti che il peluche non c’era più.

“Così sono tornato a Roma la notte stessa, ho chiesto all’hotel, ho rifatto il nostro percorso in centro e nel rione Prati, ma non l’ho trovato”, ha detto il papà di Caroline-Marie, consapevole di come quel peluche abbia un significato enorme per la sua piccola.

Il peluche è “molto vecchio e consumato”

Come accennato, il peluche – che appare “molto vecchio e consumato”, come afferma lo stesso turista francese – ha un segno particolare, vale a dire una zampa nera, “che è una sorta di toppa”, spiega sempre il papà di Caroline-Marie.

Finora non ci sono novità sull’orsacchiotto perduto, ma la famiglia della piccola spera davvero che tutto questo risalto mediatico possa portare al ritrovamento del peluche, che donerebbe di nuovo il sorriso alla piccola Caroline-Marie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here