Ancora Salvini sulla leva militare: “La maggioranza è favorevole” | Come funziona nel resto d’Europa?

0
372

L’enorme popolarità di cui riusciva a godere fino a qualche anno fa sembra ormai oscurata dalla fama della sua alleata Giorgia Meloni, che vola nei sondaggi con Fratelli d’Italia e si prepara all’eventualità di diventare la prima premier donna della storia del Paese. 

Ecco perché Matteo Salvini sta cercando di rilanciare sé stesso e la Lega con alcune proposte di grande impatto, che rischiano tuttavia di generare un forte scontro. Nelle ultime settimane il leader della Lega sta provando a parlare ai più giovani, elogiando uno strumento come TikTok che va fortissimo tra i ragazzi. Secondo Salvini, infatti, il celebre social è un luogo dove si raccolgono molte idee interessanti che possono trovare spazio nel programma di governo.

salvini

Proprio grazie a TikTok il numero uno del Carroccio avrebbe riscontrato un certo apprezzamento per la proposta riguardante la reintroduzione della leva militare, anche se in realtà molti giovani sembrano essere contrari al ripristino di questo obbligo.

Salvini sostiene che invece su questo argomento ci sia una discussione in corso: “C’è chi ne ha timore e c’è chi vorrebbe farlo”, afferma l’ex ministro dell’Interno, che poi chiarisce: “La maggioranza degli italiani lo chiede”.

L’Italia ha abolito la leva obbligatoria dal 2005 

Come noto, la legge del 23 agosto 2004 ha sospeso le chiamate alla ferma per il servizio militare di leva in Italia a decorrere dal 1 gennaio 2005, limitandole a casi ben precisi. Già dal 2001, con la legge n.64, fu invece istituito il Servizio Civile Nazionale, ovvero l’attività che consente ai cittadini italiani tra i 18 e i 28 anni (uomini e donne) di partecipare a progetti di interesse collettivo per un anno, mettendosi quindi al servizio della comunità.

soldati

Tuttavia, già da qualche anno Matteo Salvini è in prima linea per la reintroduzione della leva obbligatoria. Ma come funziona negli altri Paesi europei?

In Francia nel 2006 è stato istituito il servizio civile volontario, che ha una durata minima continuativa che va dai 6 ai 12 mesi. Il servizio si rivolge ai giovani tra i 16 e i 25 anni, che possono quindi mettersi a disposizione della comunità.

In Germania è stata mantenuta la leva obbligatoria ma si può scegliere il servizio civile come alternativa; inoltre si può anche optare per due programmi di servizio volontario. Stesso discorso in Svizzera, dove da circa 13 anni è stato istituito il servizio civile come alternativa alla leva obbligatoria.

In Spagna niente più servizio militare obbligatorio da 20 anni 

In Spagna, invece, il servizio militare obbligatorio è stato abolito nel 2002: nel paese iberico non c’è una legge sul servizio civile ma viene favorito il volontariato.

Per quanto riguarda l’Austria, la leva obbligatoria è presente e ha una durata di otto mesi. Tuttavia, i cittadini austriaci possono anche optare per il servizio civile della durata di un anno oppure di due anni se si tratta di cooperazione allo sviluppo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here