Lo squalo bianco artista: scienziati senza parole | Breton diventa una star sul web

0
333

Breton, il grande squalo bianco seguito dagli scienziati marini tramite un localizzatore GPS, ha lasciato gli esperti senza parole per la traiettoria eseguita nell’oceano.

Il predatore, che prende il nome da Cape Breton in Canada ed è lungo circa 4 metri, è stato equipaggiato con un dispositivo di localizzazione. Breton, infatti, fa parte di un programma di ricerca di Ocearch, l’ente di beneficenza per la ricerca oceanica. Dopo due anni di monitoraggio gli scienziati marini hanno osservato il percorso di Breton e sono rimasti increduli di fronte alla traiettoria eseguita dallo squalo bianco.

breton

La creatura aveva infatti viaggiato lungo la costa orientale degli Stati Uniti, al largo del New Jersey, Chincoteague, Virginia e Long Bay, nella Carolina del Sud: fin qui tutto normale, se non fosse che la traiettoria di Breton andava incredibilmente a disegnare il profilo di uno squalo.

Gli scienziati, che sono stati in grado di tracciare i movimenti di Breton ogni volta che emergeva dall’acqua, hanno notato che lo squalo bianco aveva creato una “testa” di squalo tra la costa della Florida e quella della Carolina.

Breton ha disegnato uno squalo con la sua traiettoria marina

I dati di rilevamento mostrano poi la forma di una “pinna dorsale” che spunta intorno a Washington e New York e infine una “coda” intorno alla Nuova Scozia, in Canada.

Ad uno sguardo ancora più attento si nota persino il profilo di una pinna pettorale, che si trova sul lato di un pesce, formatasi quando lo squalo ha fatto un improvviso ma chiaro percorso a forma di triangolo nell’oceano.

breton squalo

L’immagine è stata condivisa online e ha ovviamente scatenato l’entusiasmo sul web.

Non è la prima volta che lo squalo bianco fa parlare di sé. Lo scorso giugno, infatti, Breton è stato visto vicino al sistema lagunare dell’Indian River in Florida. Un mese prima, a maggio, lo squalo bianco – che ha un peso complessivo di 680 chili – è stato avvistato ad una certa vicinanza (fin troppo pericolosa) dalla costa della Carolina del Nord.

Come ricorda anche il Sun, diversi squali sono stati rintracciati nelle acque al largo della costa della Carolina negli ultimi due anni. Ad aprile di quest’anno tre grandi squali bianchi sono stati rintracciati in quei luoghi, incluso il più grande squalo maschio ad essere mai stato individuato da Ocearch.

L’impressionante mole di Mahone e il lavoro di Ocearch

Si tratta di Mahone, che misura anch’esso circa 4 metri e pesa oltre 770 chili, raggiunto da due grandi bianchi più piccoli, Ulisse (3 metri e mezzo e 450 chili) e Tancook, lungo circa 3 metri, dal peso di 325 chili.

Ocearch è un gruppo senza scopo di lucro che monitora gli animali marini per raccogliere dati da trasmettere poi agli scienziati. In questo modo si possono conoscere meglio le loro abitudini migratorie, come e dove si accoppiano e come allevano i loro piccoli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here