Detto Fatto, Jonathan punzecchia la Guaccero: “Sapeste quante ne dice”

0
273
jonathan guaccero detto fatto sanremo

Detto Fatto è senza dubbio uno dei programmi più apprezzati dai telespettatori, anche grazie all’ottima conduzione di Bianca Guaccero, perfettamente coadiuvata da Jonathan Kashanian. 

Anche nella puntata di ieri, venerdì 26 febbraio, la Guaccero e Jonathan sono riusciti ad intrattenere al meglio il pubblico di casa, anche con scambi divertenti e battute che piacciono molto ai fan della trasmissione.

Uno dei momenti che riscuote più consenso è proprio la “Superclassifica Jon”, curata da Kashanian, una rubrica molto seguita dal pubblico. In questa puntata l’argomento non poteva che essere il Festival di Sanremo, che prenderà il via martedì 2 marzo per poi concludersi nella serata finale del 6 marzo.

Un Festival che dovrà purtroppo fare a meno del pubblico, date le rigide norme di contrasto alla diffusione del coronavirus. Proprio durante la Superclassifica, Bianca e Jonathan hanno cominciato a punzecchiarsi, con Kashanian che ha proposto alla troupe di mettere una telecamera dietro le quinte: “Fuori onda dice un sacco di cattiverie, mettete una telecamera nascosta!”, ha detto Jonathan agli autori.

Bianca Guaccero chiede scusa: “Ho fatto una gaffe con la Palombelli”

La Guaccero è scoppiata a ridere, affermando di aver fatto solo qualche battuta sul playback utilizzato dai cantanti in gara a Sanremo negli anni ’80. In realtà, come ricorda Caffeina Magazine, il primo artista a salire sul palco dell’Ariston con una base registrata fu Bobby Solo, nel 1964, che presentò la celebre “Una lacrima sul viso”.

Bianca Guaccero ha poi parlato della sua recente gaffe con Barbara Palombelli, una delle co-conduttrici scelte da Amadeus per Sanremo 2021. Nei giorni scorsi la Guaccero ha parlato molto bene della Palombelli, ma l’ha chiamata Paola, sbagliando il suo nome.

LEGGI ANCHE => Detto Fatto, bufera per il tutorial: Come fare la spesa in modo sensuale – VIDEO

LEGGI ANCHE => Sanremo 2021, tutti i duetti della terza serata: tanti brani di Battisti e tanti artisti artisti “originali” (in tutti i sensi)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here