Prova a salvare le uova, il pitone lo aggredisce. Il guardiano dello zoo lo schiva appena in tempo

0
670
pitone

Un guardiano di uno zoo è riuscito a schivare appena in tempo un pericoloso pitone che si era lanciato contro la sua faccia per difendere i piccoli. 

La disavventura è capitata a Jay Brewer, proprietario del Reptile Zoo in California. L’uomo, voleva raccogliere alcune uova del pitone per metterle al sicuro, ma la reazione del rettile è stata terribile. Nel filmato, pubblicato anche sui social, si vede il pitone che tenta di aggredire Jay.

Il guardiano lo schiva appena in tempo e si allontana dall’animale. In seguito, Jay Brewer rivolge lo sguardo alla fotocamera, mostrandosi piuttosto scioccato per quello che gli era appena capitato. I pitoni, pur non essendo velenosi, sono incredibilmente forti e riescono ad attaccare con una forza tale da poter anche uccidere, come ricorda anche il Daily Star Online.

LEGGI ANCHE => I pitoni potrebbero essere aggiunti ai menu dei ristoranti in Florida per abbatterne la popolazione fuori controllo

“Quando dico che questo serpente è scontroso, voglio dire che è davvero scontroso!”, ha scritto Jay nella didascalia che accompagna il suo post su Instagram. “Non sa che sto solo cercando di salvare le poche uova buone che ha. Se non le sposto, marcirebbero”, ha poi aggiunto.

“Lo hai schivato meglio di Floyd Mayweather”

Il video ha ottenuto più di 800.000 like, con molti commenti di utenti terrorizzati dalla scampata aggressione. “Sembravi proprio uno spuntino perfetto”, ha scherzato un follower, rivolgendosi al guardiano dello zoo.

LEGGI ANCHE => Salva due bambini dall’attacco di un serpente. Ma per il gatto Arthur il morso del rettile è fatale

Un altro fan ha detto a Jay che schiva “meglio di Floyd Mayweather”, il famoso ex pugile statunitense, considerato uno dei migliori di tutti i tempi.

“Penso che avrei avuto un attacco di cuore”, ha poi aggiunto un altro utente.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jay Brewer (@jayprehistoricpets)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here