Vaccinazioni Covid: il trend delle regioni e l’indice di completamento per fasce d’età

0
479
Vaccino

Il portale Youtrend ha pubblicato una tabella che racchiude l’andamento delle vaccinazioni nelle regioni italiane.

Sono mesi che si parla di piano vaccinale, di obiettivi da raggiungere entro l’estate e la fine dell’anno e di contratti con le varie case farmaceutiche, ma come sta andando la campagna di vaccinazioni in Italia? Il sito del ministero della Salute ci informa che ad oggi sono state raggiunti i 3.143.159 italiani vaccinati (ovvero quelli che hanno ottenuto entrambe le dosi) e le 10.018.265 somministrazioni.

Sappiamo inoltre che dopo la fase di impasse di febbraio e inizio marzo, in queste ultime settimane la campagna di vaccinazione ha ripreso vigore e che a partire dal mese di aprile i numeri giornalieri delle somministrazioni dovrebbero aumentare. La speranza del governo è quella di arrivare a vaccinare tutte le categorie maggiormente a rischio (over 80, over 70 e over 60, immunodepressi e pazienti affetti da patologie varie) entro l’estate e, magari, completare le vaccinazioni prima dell’arrivo dell’autunno, evitando così una nuova ondata di contagi.

Leggi anche ->Vaccini, entro martedì un milione di dosi di Pfizer in arrivo alle regioni

Vaccinazioni Covid: l’andamento regione per regione

I numeri totali poco ci chiariscono sull’andamento delle vaccinazioni sul territorio. In aiuto arriva la tabella dell’indice regionale dei vaccini di Youtrend. Il portale specializzato nell’analisi statistica delle tendenze sul nostro territorio ha considerato 5 parametri per calcolare l’andamento della campagna vaccinale in ognuna delle 20 regioni italiane. I parametri riguardano: la percentuale di dosi utilizzate su quelle ricevute; la percentuale di medici e ospiti delle Rsa vaccinati; quella di vaccinazione degli over 80; quella dei soggetti di età compresa tra i 70 ed i 79 e quella dell’aumento delle dosi settimanali somministrate.

Leggi anche ->Cremona, l’errore nelle prenotazioni fa saltare 500 vaccini. Infuria la polemica

Considerando questi parametri, la regione che ottiene l’indice migliore è l’Alto Adige (89), potendo contare su un +4 dell’indice di variazione settimanale, il 72% di over 80 alla prima dose, il 63% di medici e ospiti delle Rsa con entrambe le dosi, il 19% di appartenenti alla fascia 70-79 che hanno ricevuto la prima dose, 47% di trend di somministrazioni settimanali e l’94% delle dosi utilizzate tra quelle ricevute. A seguire le regioni con gli indici più alti sono il Trentino, il Molise, il Lazio e il Veneto, tutte con un indice superiore a 70.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here