AstraZeneca, stop definitivo in Danimarca (che blocca anche J&J). In Italia dal 2022 solo Pfizer e Moderna

0
801
astrazeneca vaccino danimarca

La Danimarca ha deciso di sospendere definitivamente il vaccino AstraZeneca. 

Il Paese nordico ha optato per la sospensione definitiva del siero a causa dei possibili legami con i casi di trombosi. Legami che erano stati ammessi anche dall’EMA, che aveva parlato di casi molto rari di trombosi rilevati in persone che avevano ricevuto il vaccino.

Al tempo stesso, l’EMA aveva invitato tutti i Paesi a continuare ad utilizzare il vaccino AstraZeneca, in quanto i rischi sarebbero decisamente inferiori ai benefici. Invito che non è stato raccolto dalla Danimarca, che ha dapprima sospeso temporaneamente il vaccino AstraZeneca e successivamente lo ha praticamente “tagliato” dalla campagna vaccinale.

LEGGI ANCHE => Docente colpita da ictus, aveva ricevuto il vaccino AstraZeneca. Ma l’ospedale: “Nessuna correlazione”

Come fanno sapere alcune fonti di stampa danesi, riprese anche dal quotidiano “La Repubblica”, la rinuncia ad AstraZeneca farà slittare il programma di vaccinazione della Danimarca “di qualche settimana”. Il Paese nordico ha messo in pausa anche il vaccino Johnson&Johnson, sempre per possibili legami con casi di trombosi emersi negli Stati Uniti.

In Italia dal 2022 solo Pfizer e Moderna

D’altronde i vaccini a mRNA sembrano essere il “futuro”, tanto che anche in Italia andranno a sostituire quelli a vettore virale (tra cui proprio AstraZeneca e J&J). Per il momento la campagna vaccinale italiana prevede l’uso di tutti i sieri previsti, con AstraZeneca e Johnson&Johnson riservati agli over 60 per limitare al massimo i rischi.

LEGGI ANCHE => Vaccino: in Italia segnalate più reazioni avverse per Pfizer che per Astrazeneca, ma c’è una spiegazione

Ma come riporta anche il quotidiano torinese “La Stampa”, l’intenzione del presidente del Consiglio, Mario Draghi, è di non rinnovare i contratti ai farmaci a vettore virale e privilegiare invece vaccini come quelli di Pfizer e Moderna, che sembrano dare molti meno problemi. Inoltre, i sieri Pfizer e Moderna risultano estremamente efficaci e anche facilmente “ridisegnabili” in base alle mutazioni rilevate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here