Justine Mattera ricorda Paolo Limiti: “L’incontro con lui? Un segno del destino”

0
416

Ospite di Serena Bortone ad Oggi è un altro giorno, Justine Mattera ricorda il suo arrivo in Italia e l’incontro con Paolo Limiti.

Diventata una star dei social dopo aver cominciato la vita da atleta ed aver cominciato una campagna di sensibilizzazione sull’importanza dello sport per la salute fisica, Justine Mattera ammalia ancora come quando appena 20enne è stata lanciata nel mondo dello spettacolo nostrano. Nata negli Stati Uniti e cresciuta con il mito dell’Italia per via delle origini italiane della sua famiglia, Justine studia lingue e letteratura italiana all’Università e per concludere la tesi decide di trasferirsi nella bellissima Firenze.

Rimane così folgorata dalla bellezza della città e dallo stile di vita italiano che dopo aver preso la laurea decide di trasferirsi in pianta stabile nel nostro Paese. Comincia a lavorare come modella e ragazza immagine e poi fa il suo debutto in campo discografico grazie a JT Vannelli che la nota e decide di valorizzarne la voce. La notorietà arriva però quando Paolo Limiti la sceglie come valletta del suo Ci vediamo in Tv per via della sua somiglianza con Marilyn Monroe.

Justine Mattera ricorda Paolo Limiti: “Un segno del destino”

Quel ruolo le diede la notorietà, ma le permise anche di ottenere un lavoro stabile che le consentisse di rimanere in Italia. Ospite questo pomeriggio di Serena Bortone, la showgirl ricorda sia il periodo in cui da giovanissima è giunta in Italia sia l’incontro con il primo marito, Paolo Limiti appunto. Sul paroliere e conduttore Justine spende bellissime parole: “L’incontro con Paolo Limiti è stato un segno del destino. Per il provino sono stata truccata come Marilyn, è stato un colpo di fortuna. Sono stata io a fare il primo passo, aveva carisma, era intelligente e spassoso. Mi sentivo riconoscente nei suoi confronti, avevo il terrore di deluderlo. È stato il mio Pigmalione”.

Leggi anche ->Ascolti bassi: Mediaset chiude Pomeriggio 5 e Domenica Live

Amante della musica e dell’arte, Paolo Limiti è stato innanzitutto un grandissimo paroliere ed ha scritto alcune della canzoni rimaste nella storia della musica italiana. Nella sua carriera di scrittore ha collaborato con artisti del calibro di Mina, Milva, Peppino Di Capri, Iva Zanicchi, Ornella Vanoni, I Nomadi, Al Bano, Massimo Ranieri e tantissimi altri. La carriera come conduttore, se si eccettuano alcuni speciali sulla musica, è cominciata proprio alla fine degli anni ’90, ovvero quando ha conosciuto Justine Mattera.

Leggi anche ->“Tommaso ha talento, ma ha poca esperienza in TV”: la Ventura avverte Zorzi

Il loro è cominciato come un rapporto professionale, nel quale Paolo ammirava sia la sua bellezza che la sua capacità canora e lei era affascinata dalla sua intelligenza e dal suo talento. Ben presto il rapporto è diventato anche sentimentale e i due sono persino convolati a nozze, anche se il matrimonio è durato solo due anni. Limiti è morto nel 2017 dopo aver combattuto per oltre un anno contro un tumore al cervello.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here