Una fuga di gas fa esplodere due case in terra britannica: l’unica vittima è un bambino di due anni

0
492
george - dramma lancashire censurata

Tragedia ad Heysham nel Lancashire, dove un fuga di gas ha causato l’esplosione di due case contigue.

L‘unica vittima dell’incidente domestico un bambino di appena due anni, George Arthur Hinds, la cui perdita ha lascia sgomenti e sofferenti i genitori.

LEGGI ANCHE => Massacra a coltellate il figlio di 10 mesi e ferisce la figlia di 8 anni: orrore in Virginia

Incerte le cause dell’incidente

L’esplosione è avvenuta nella notte tra il 15 e il 16 maggio. Quando la polizia è stata allertata erano circa le 3 del mattino, ma già la fuga di gas aveva demolito due abitazioni e seriamente danneggiato una terza.

Molti i vigili del fuoco chiamati per fronteggiare il disastro. Tra chi cerca tra le macerie e  chi ha fatto evacuare la zona: “La nostra priorità è assicurare alla gente le cure che le servono”.

Gli esperti sono ancora all’opera per capire da dove è provenuta la fuga di gas e com’è stato possibile il crollo, “Due case sono collassate su se stesse”, di due palazzine e il serio danno causato alla terza.

LEGGI ANCHE => Disastro Moby Prince: l’inchiesta 30 anni dopo l’incidente fra il traghetto e la petroliera che “non doveva essere lì”.

Un tragico bollettino

Il bilancio del bollettino medico è di quattro adulti feriti, due uomini e due donne, trasportati urgentemente in gravi condizioni all’ospedale, e George, bimbo di appena due anni, morto.

I genitori sono ancora increduli e non si sono fatti una ragione di quel che è accaduto, e riescono solo a tessere le lodi di quello che hanno definito il loro “angelo”.

Intervistati dall’emittente locale, i genitori chiedono di poter vivere intimamente il loro dolore: “Era così prezioso. Non abbiamo parole per descrivere come ci sentiamo e abbiamo solo bisogno di tempo per venire a patti con quanto accaduto. Al nostro piccolo angelo sono cresciute le ali oggi.”

LEGGI ANCHE => Fulmine fatale uccide bimbo di 9 anni mentre gioca a calcio: il tributo della famiglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here