Colpito dalla “testata” di una balena: 18enne tra la vita e la morte

0
498
barca distrutta balena ragazzo coma

Un adolescente sta lottando tra la vita e la morte dopo essere stato schiacciato da una balena che è balzata fuori dall’acqua ed è saltata sul suo peschereccio.

Nick Myhill, 18 anni, ha riportato gravi ferite alla testa e al collo a causa dell’imponente peso della balena, lunga all’incirca 10 metri.

Assieme a Nick, sulla barca si trovava anche il suo patrigno, Mathew Price, 39 anni. I due erano intenti a pescare in un’area del Nuovo Galles del Sud, lo stato australiano della capitale Sydney.

LEGGI ANCHE => Pescatori trovano uno squalo grande quanto un camion su una spiaggia: è lungo 8 metri

Ad un certo punto un’ombra definita “enorme” dal 39enne ha puntato dritto contro di loro.

“Ho visto un lampo bianco, la sua pancia, era due volte, forse tre volte più grande della barca e ho spento il motore”, ha detto l’uomo al Daily Telegraph. “C’è stato un grande schianto, è stato come se un camion gigante ci avesse colpito di lato”.

Secondo quanto riportato anche dal Mirror, la balena ha dato una testata all’adolescente, facendolo volare sul retro della barca. Il 18enne ha battuto violentemente la testa.

Il ragazzo è in coma, il 39enne ha una commozione cerebrale

Mentre cercava di tornare a nuoto fino alla rampa della barca, Mathew Price è riuscito a telefonare e ad allertare i soccorsi. In un primo momento il giovane e il suo patrigno sono stati curati sul posto, ma Nick è stato successivamente trasportato in aereo prima all’ospedale di Moruya e poi all’ospedale di Canberra.

LEGGI ANCHE => È mistero su uno scheletro di ben 30 metri avvistato durante un’immersione: di cosa si tratta?

Il 39enne è stato invece trasferito all’ospedale di Moruya, dove gli sono state riscontrate lacerazioni facciali e una commozione cerebrale.

Stando a quanto affermato dalla famiglia del giovane, Nick si trova in coma, anche se si spera possa farcela.

“Matt e Nick sono pescatori esperti, questo incidente sarebbe potuto capitare a chiunque”, fanno sapere i familiari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here