Italia-Austria, i precedenti più importanti e i grandi ex austriaci in Serie A

0
321
italia austria

Grande attesa per la gara di stasera, che vedrà l’Italia giocarsi il passaggio ai quarti di finale degli Europei contro l’Austria. 

Nella fase finale della competizione continentale le due formazioni non si erano mai affrontate fino ad ora. Tuttavia, Italia e Austria si sono già scontrate ben 37 volte nella loro storia: la prima volta risale addirittura alle Olimpiadi del 1912, con roboante affermazione austriaca (5-1).

LEGGI ANCHE => La furia del Ct italiano dell’Olanda: le sue bestemmie durante un time out sono virali

In tutto, le vittorie della Nazionale italiana nei match contro l’Austria sono sedici, con dodici successi austriaci e otto pareggi. L’Austria non batte però l’Italia dal 1960, quando si impose per 2-1 a Napoli in una gara amichevole.

L’ultimo incrocio tra Italia e Austria è avvenuto nel 2008: la partita è terminata 2-2. Le due nazionali si sono già incontrate in competizioni ufficiali, specialmente ai Mondiali: quattro sfide, con le vittorie italiane nel 1934 (1-0), nel 1978 (sempre 1-0), nel 1990 (ancora 1-0 grazie a Totò Schillaci) e nel 1998, quando gli Azzurri si imposero per 2-1 con i gol di Vieri e Roberto Baggio.

I giocatori austriaci in Serie A: da Konsel ad Arnautovic 

Nella rosa dell’Austria c’è un giocatore a cui gli Azzurri devono fare particolarmente attenzione. Si tratta di Marko Arnautovic, vecchia conoscenza del nostro campionato con tre presenze con l’Inter nella stagione 2009-2010.

Ma in passato anche altri calciatori austriaci hanno giocato nel massimo campionato italiano.

LEGGI ANCHE => La canzone dell’Europeo 2020 degli U2 copiata ad un gruppo italiano? Il caso

In molti ricordano le prodezze di Michael Konsel nelle due stagioni alla Roma (dal 1997 al 1999), mentre quelli che hanno qualche anno in più non possono aver dimenticato Herbert Prohaska (due anni all’Inter e uno alla Roma, il primo straniero a giocare in Serie A dopo la riapertura del 1980) e Walter Schachner, che indossò le casacche di Cesena, Torino e Avellino negli anni ’80.

Di recente, sono passati nel massimo campionato italiano anche Erwin Hoffer (8 presenze e una rete con il Napoli), György Garics (Napoli, Atalanta e Bologna) e Valentino Lazaro, “flop” nella prima Inter di Conte.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here