Raffaella Carrà, lacrime in diretta per Malgioglio: “Era una telefonata di addio e io…”

0
3770
Raffaella-Carrà-Cristiano-Malgioglio

L’artista, ed anche ex gieffino, racconta dell’ultima telefonata con Raffaella Carrà, condividendo il suo rimpianto per non aver compreso che quella, in realtà, era una telefonata di addio

La scomparsa di Raffaella Carrà segna un prima e un dopo nella storia dello spettacolo italiano, lasciando un vuoto incolmabile nei cuori di tutti. Soprattutto chi l’ha amata e ci ha condiviso esperienze, tanto umane quanto lavorative, ha espresso in questi giorni il suo dolore e il senso di inadeguatezza dinanzi ad una morte che, di fatto, era tutt’altro che annunciata.

Fra questi Cristiano Malgioglio, che durante la ‘Vita in Diretta’ si è lasciato andare un pianto nato dal racconto dell’ultima chiamata fra i due, che era, in realtà, una vera e propria chiamata di addio che lui non aveva interpretato come tale.

LEGGI ANCHE => La Spagna ascolta un’altra Raffaella Carrà: ecco cosa cambia in due canzoni iconiche

Il dolore di Malgioglio in diretta

Malgioglio, da amico di vecchia data della Carrà qual è, è stato invitato nel salotto della ‘Vita in Diretta’ per commemorare la celebre ed amatissima artista. Ed è proprio raccontando il loro ultimo incontro, sia fisico che telefonico, che Malgioglio è scoppiato a piangere in diretta: “A un certo punto aggiunse: ‘Ti prego Cristiano, quando arrivi tu la televisione cambia colore, non cambiare mai’”, racconta il cantante, che poi specifica “Allora non capii cosa volesse dirmi, non mi aveva mai parlato così, ma ora so che quello era un messaggio di amore, di addio per me. Ogni volta che ci ripenso mi commuovo”.

L’ultimo incontro con la Carrà e il toccante racconto

L’ultimo incontro fra i due era avvenuto, in realtà, non troppo tempo fa, proprio poco dopo la sua uscita dal reality del Grande Fratello Vip.

LEGGI ANCHE => “Mi sarei innamorato di lei. Tutti la amavano”: un altro grande omaggio per Raffaella Carrà

“Aveva fatto una cena per me, è stata meravigliosa. Le raccontai tante cose e abbiamo riso come matti. Raffaella con me si divertiva molto, aveva il dono della risata. A casa era una donna normalissima, non era la star che tutti conosciamo. Era la persona più semplice che potesse esistere”, ha confessato Malgioglio.

LEGGI ANCHE => Raffaella Carrà e il delirio no vax: “Sarà stato il vaccino?”

Un racconto che il cantante fa fra il tremore di chi trattiene le lacrime. Sì, perché in realtà la Carrà, da diva e forte donna qual’era, aveva tenuto nascosto a tutti, Malgioglio compreso, della sua malattia, quasi volesse tener fede all’immagine che ai suoi fan ha lasciato.

LEGGI ANCHE => “Morirò senza saperlo”: la battuta di Raffaella Carrà sulla propria lapide

“La sua morte mi ha spiazzato, non mi ha mai parlato della sua malattia, sono stato malissimo”, ha dichiarato l’ex gieffino.

L’appello di Malgioglio alla Rai per commemorare la Carrà

Durante la trasmissione l’eccentrico artista ha poi voluto lanciare un accorato appello alla Rai, sulla scorta di quello di Milly Carlucci. Se quest’ultima ha infatti richiesto che le venisse intitolato il Foro Italico, Malgioglio ha invece espresso un altro desiderio, seppur simile:“Mi piacerebbe che la Rai le dedicasse gli studi di via Teulada, vorrei che li chiamassero ‘Raffaella Carrà’”.

LEGGI ANCHE => Vita e successi di Raffaella Carrà: storia della regina della televisione italiana

LEGGI ANCHE => Raffaella Carrà e Maradona: quando lui 18enne finì in carcere per lei ed altri ricordi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here