“La mia vita non sarà più come prima”: Carolina Marconi adesso può festeggiare

0
68

I fan di Carolina Marconi possono tirare un sospiro di sollievo e festeggiare la prima grande vittoria della showgirl e attrice. 

Carolina ha infatti concluso il ciclo di chemioterapia ed è stata festeggiata dagli amici con uno striscione che simboleggia lo spirito dell’attrice venezuelana naturalizzata italiana: “Traguardo raggiunto guerriera”. 

Al suo fianco la Marconi ha potuto sempre avere il suo fidanzato, Alessandro Tulli, assieme a tantissime altre persone che l’hanno sostenuta in quella che è stata senza dubbio la prova più difficile della sua vita.

LEGGI ANCHE => Storie Italiane, Carolina Marconi tra il tumore e un sogno per il futuro

Al suo ritorno a casa, Carolina Marconi ha trovato una festa a sorpresa, con tanto di torta e i palloncini con su scritto “End”, “fine”.

“Ai miei amici, al mio fidanzato, alla mia famiglia… grazie di cuore. E’ stato un percorso molto duro, però allo stesso tempo un percorso meraviglioso perché ho capito tanto, mi fa capire tanto. Sicuramente la mia vita non sarà più come prima, ma vi dico la verità, sarà meglio di prima, perché mi voglio godere fino all’ultimo minuto tutto”, le parole pronunciate dall’attrice, visibilmente commossa.

“Voglio tornare a fare sport, voglio tornare a vivere”

“Eccomi qui, arrivata quasi al traguardo – aveva scritto su Instagram – Stanotte sarà dura per me perché non dormirò, perché sono emozionata e preoccupata al tempo stesso… Non vedo l’ora di riprendere in mano la mia vita di levarmi questo port in vena per farmi delle sane e tranquille dormite, tornare a fare sport, giocare a paddle, a tennis, a ballare il tango”.

LEGGI ANCHE => Carolina Marconi, dopo il cancro l’appello: “Vi prego aiutatemi”

carolina marconi

“Vorrei fare tutto, soprattutto tornare a respirare la libertà di vivere – aveva aggiunto – riprendere le mie forze e vedere un po’ di ricrescita nella mia testolina Pelatina”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here