L’intergruppo PD-M5S-LeU e le strategie in campo: Fico sindaco di Napoli e Zingaretti al Campidoglio?

0
265
PD M5S LeU napoli roma fico zingaretti

L’esperienza maturata nel governo “Conte bis” prosegue comunque in Parlamento anche con il nascente governo Draghi. 

Nella giornata di ieri, infatti, PD, Movimento 5 Stelle e Liberi e Uguali hanno dato vita ad un intergruppo che ha proprio l’obiettivo di rafforzare tutte le politiche portate avanti durante l’ultimo anno e mezzo, prima delle dimissioni del premier Giuseppe Conte in seguito allo “strappo” di Italia Viva.

Proprio il premier uscente ha salutato con grande soddisfazione la nascita dell’intergruppo, definendola un’iniziativa “giusta e opportuna” in quanto sarebbe forte l’esigenza “di costruire spazi e percorsi di riflessione che valorizzino il lavoro comune già svolto – afferma Conte – e contribuiscano a indirizzare la svolta ecologica e digitale e le riforme nel segno di una maggiore equità e inclusione sociale”.

In questo modo, le tre forze politiche realizzano un gruppo unico di ben 130 senatori che tenterà certamente di spostare a sinistra l’iniziativa politica del governo Draghi.

Ma stando a quanto riportato dal quotidiano “La Verità” non sarebbe questo l’unico obiettivo del nuovo intergruppo PD-M5S-LeU. In ballo ci sono anche le varie nomine riguardanti viceministri e sottosegretari, che vanno inevitabilmente a muovere pedine anche per altri incarichi, oltre che per alcune candidature “di peso”.

Idea Fico come sindaco di Napoli, la Raggi respinge l’accordo M5S-PD

Ad esempio, il ministro agli Affari Europei uscente, Enzo Amendola, dovrebbe essere nominato come vice di Luigi Di Maio agli Esteri, e questo darebbe via libera ad un’eventuale candidatura di Roberto Fico come sindaco di Napoli.

Allo stesso modo, i vari “incasellamenti” potrebbero spingere Nicola Zingaretti, segretario del PD, a candidarsi come sindaco di Roma. Ma Virginia Raggi non ha alcuna intenzione di farsi da parte: la sindaca conferma la sua ricandidatura, respingendo l’iniziativa “penta-dem”.

Per quanto riguarda il centrodestra, Forza Italia dovrebbe proporre nomi più vicini allo schieramento sovranista della coalizione, in modo da bilanciare le figure moderate scelte per i ministeri.

LEGGI ANCHE => PD-M5S-Leu: annunciato l’intergruppo alla vigilia del voto alla fiducia per Mario Draghi

LEGGI ANCHE => Governo Draghi: M5S PD e FI sosterranno il premier incaricato. La Lega apre, FDI: “No per coerenza”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here