Serena Bortone si confessa: “Vado ai Pride dal 2000, ho avuto le mie corteggiatrici”

0
2092
serena bortone

In un’intervista rilasciata al settimanale “Chi”, Serena Bortone ha parlato molto della sua vita privata, rivelando alcuni dettagli intimi. 

La popolare giornalista, autrice televisiva e conduttrice ha confermato di essere single, anche se ha ammesso di essere “in trattativa”. Per farla breve, qualcuno nella sua vita sembra esserci, anche se per il momento non si tratta di nulla di concreto.

La Bortone, che conduce l’apprezzato programma “Oggi è un altro giorno” su Rai Uno, ha spiegato di non amare troppo le relazioni definitive.

LEGGI ANCHE => “Sei arrivato su un barcone”. Gaffe di Serena Bortone con Ermal Meta che la gela: “Non ho avuto il piacere”

“All’idea di un rapporto che deve durare per sempre, io soffoco – afferma la conduttrice, che poi aggiunge – Le gioie che ho provato grazie all’amore supereranno sempre il dolore, e le uniche stupidità che tollero sono proprio quelle sentimentali”.

“Ho avuto delle corteggiatrici, frequento i Pride dal 2000”

Quando poi il discorso si sposta sulla maternità, Serena Bortone afferma di non averla mai considerata qualcosa di “identitario”.

LEGGI ANCHE => Serena Bortone e Vittoria Schisano, ancora scintille. La lite di dicembre e le nuove accuse

“Esisto indipendentemente dall’essere madre o meno”, ha detto la giornalista, che ha poi toccato anche il tema dei diritti civili. “Frequento i Pride dal 2000: da Miami a Roma. Non ho mai accettato che un Paese come il nostro non riconoscesse i diritti di tutti – le parole dell’autrice riportate anche da Caffeina Magazine – Ora finalmente ci sono le unioni civili, ma l’assenza di certi riconoscimenti era una carenza anche per una cittadina come me”.

Infine la “chicca”, ovvero l’ammissione di aver avuto delle corteggiatrici. “Proprio in questi giorni ho chiesto consiglio a un’amica omosessuale su come affrontare una dichiarazione – ha concluso – ci tenevo a non ferire la sua sensibilità”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here