La Regina usa un telefono crittografato per chiamare solo due persone: l’esperto reale fa i nomi

0
465

La regina Elisabetta II ha un telefono cellulare privato, con tanto di crittografia “anti-hacker”, con cui si tiene in contatto solo con due persone.

Si tratta della principessa Anna e del direttore di corse John Warren, che possono mettersi in contatto con sua maestà da qualsiasi parte del mondo.

L’esperto reale Jonathan Sacerdoti ha poi chiarito nel dettaglio questo aspetto, aggiungendo che la regina utilizza un telefono Samsung dotato di crittografia anti-hacker MI6, come riportato anche dal Mirror.

LEGGI ANCHE => La dolcissima relazione tra Kate e la Regina e quel raro privilegio a Balmoral

“Apparentemente la Regina ha due persone con cui parla di più sui suoi telefoni e sembra abbia anche un telefono cellulare strutturato in modo da risultare inattaccabile per gli hacker”, ha detto Sacerdoti alla presentatrice statunitense Christina Garibaldi.

Sempre l’esperto ha poi fatto i nomi della principessa Anna e di John Warren. Quest’ultimo, come ricorda Sacerdoti, “è il genero dell’amico della regina, il defunto conte di Carnarvon, e la sua casa era il castello di Highclere nel Berkshire che i telespettatori potrebbero conoscere meglio come Downton Abbey”.

Il “legame indissolubile” di Elisabetta II con la figlia Anna

John è uno dei cavalieri più importanti del mondo e si occupa di tutti gli interessi della regina relativi alle corse e all’allevamento degli animali. Elisabetta II è andata a cavallo per oltre 70 anni e ha frequentato per la prima volta l’ippodromo di Ascot nel 1945, all’età di 19 anni, secondo la rivista Britain.

LEGGI ANCHE => La Regina sta meglio e ha già invitato tutti per Natale, ma Meghan e Harry non ci saranno: ecco perché

Inoltre, pare che la regina abbia anche un legame indissolubile con sua figlia Anna. Un rapporto davvero molto forte, reso evidente anche dalle tante fotografie di questi anni, dove si vedono mamma e figlia con similitudini nell’abbigliamento e nello stile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here