Niente carboidrati, sì a frullati e zuppe (ma mai dopo le 18): le regole per dimagrire dell’esperto

0
352

Quando finiscono le festività natalizie, comprese quelle di Capodanno e Befana, ricomincia il tran-tran di tutti i giorni, tra casa e lavoro. 

Uno dei propositi che spesso ci si pone in questo periodo è quello di buttare giù tutti i chili accumulati durante pranzi e cene che ovviamente non sono mancati nelle ultime settimane. Tuttavia rimettersi in forma può essere più difficile di quanto possa sembrare, anche perché non è semplice capire quale dieta può fare davvero al caso proprio.

LEGGI ANCHE => I reality, la dieta, il cambio di vita: riconoscete la figlia della famosa rockstar?

Anche per questo il Sun ha consultato Graeme Tomlinson, conosciuto come The Fitness Chef, seguito su Instagram da oltre un milione di follower. Tomlinson è diventato popolare proprio perché capace di fornire alle persone tutti gli strumenti di cui hanno bisogno per perdere peso senza farsi sopraffare da tristezza e infelicità.

Graeme, che ha pubblicato anche un libro (che sta andando a ruba nel Regno Unito, ndr) è contrario alle diete troppo rigide e preferisce fornire un decalogo di comportamenti da adottare per togliere i chili di troppo.

Le regole per dimagrire: quando e cosa mangiare 

Tanto per cominciare, secondo “The Fitness Chef”, è opportuno mangiare in una finestra della giornata molto ristretta, tendenzialmente tra le 12 e le 20 (ovviamente senza esagerare con le quantità). Inoltre, Tomlinson consiglia di non mangiare dopo le 18, di eliminare lo zucchero raffinato e di evitare il più possibile il consumo di carboidrati.

LEGGI ANCHE => “Mettilo a dieta, il ragazzo è obeso”: attacco social a Nathan Falco, Flavio Briatore risponde per le rime

All’interno della propria dieta, secondo l’esperto, bisogna aggiungere grandi quantità di frullati e zuppe, aggiungendo magari anche alcuni integratori. In più, Tomlinson consiglia di stilare un programma alimentare, senza esagerare con la rigidità, concedendosi di tanto in tanto qualche piccolo “sfizio” (come ad esempio una barretta di cioccolato a settimana).

Infine, l’esperto sostiene che la dieta alimentare debba essere affiancata anche da una corretta attività fisica, scegliendo l’esercizio che ci piace di più: camminare, ad esempio, oppure sollevare pesi o andare in bici.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here