Muore a 23 anni mentre gioca alla Xbox: aveva partecipato a X Factor e The Voice

0
491

Stava giocando alla Xbox con i suoi amici online, quando ad un certo punto ha accusato un malore ed è deceduta. 

Natanya Brook, 23 anni, era un’appassionata di gaming e anche una cantante di talento. La giovane faceva parte di una squadra di gioco semi-professionista ed era stata anche protagonista di un’audizione per X Factor e The Voice.

natanya x factor

Natanya, nota anche come Tanya, era rimasta sveglia almeno fino alle 2 del mattino dello scorso 1 agosto per giocare online con i suoi amici. Ad un certo punto ha smesso improvvisamente di parlare.

LEGGI ANCHE => Nuovi dettagli sulla morte di Ariel Burdett, meteora di XFactor: cadavere scoperto dopo 8 giorni

La mattina seguente sua madre, Jenny Brook, ha controllato la sua stanza nella loro casa di Aylesford, vicino a Maidstone, nel Kent, e ha visto sua figlia sdraiata a letto. La donna non si è preoccupata, immaginando che la figlia stesse solo dormendo.

Poche ore dopo è rientrata nella stanza e ha visto che sua figlia si trovava ancora nella stessa posizione. A quel punto la madre ha capito la situazione e ha provato a praticarle la rianimazione cardiopolmonare, avvisando anche i soccorsi. Tuttavia, una volta giunti sul posto, i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della giovane.

Natanya soffriva di epilessia giovanile con assenze

La mamma della signora Brook, Jenny, ha detto alla corte che gli amici che stavano giocando con lei in quel momento ricordano di aver sentito la ragazza dire “ooh, mi sento …”, seguito da un profondo silenzio.

“È come se un interruttore della luce si fosse spento – ha detto sua madre – L’unica cosa che mi consola è che forse non ha provato alcun dolore. Mi manca enormemente, è stata una luce così incredibile nella mia vita”.

LEGGI ANCHE => Muore a 46 anni in un incidente di lavoro: dramma per l’ex star di X Factor

Natanya soffriva di epilessia giovanile con assenze fin dall’età di sei anni, una condizione che si traduce in un’improvvisa perdita di consapevolezza e nello sguardo fisso nel vuoto per alcuni secondi.

Una condizione che l’ha messa spesso in pericolo da bambina, dato che la portava ad allontanarsi: proprio sua madre l’ha salvata in diverse occasioni.

Molto probabilmente la morte è sopraggiunta proprio a causa di problemi legati all’epilessia, dato che l’autopsia non ha rilevato altre anomalie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here