Omicidio Melania Rea: “Parolisi non potrà più vedere la figlia Vittoria”

By | 21/04/2017
(Visite Totali 283 ---- Visite Oggi 1 )

Dopo la condanna a vent’anni di carcere per l’omicidio della moglie Melania Rea, Salvatore Parolisi non potrà più rivedere la figlia Vittoria. Questa la decisione dei magistrati, come riporta il settimanale Giallo: “Non vi è dubbio della drammaticità e della irreversibilità delle difficoltà morali, psicologiche e materiali causate da Salvatore Parolisi alla figlia: difficilmente avrebbe potuto fare di peggio”.

La piccola Vittoria – che all’epoca dell’omicidio avvenuto nel 2011 aveva solo due anni – è stata affidata ai nonni materni, dai quali è seguita con cura e amore, come riconosciuto dai magistrati, per i quali eventuali contatti con il padre potrebbero essere per lei motivo di disturbo: “La assoluta gravità dei comportamenti fa escludere a questo Collegio, composto anche da esperti psicologi, che il Parolisi possa avere qualsiasi tipo di relazione e rapporto con la figlia Vittoria e che tali rapporti possano essere minimamente positivi per la figlia stessa”. Proibiti anche eventuali contatti telefonici ed epistolari.

“I magistrati hanno respinto la richiesta di Parolisi di incontrare la sua bambina. Non potrà nemmeno parlare al telefono. Lui ha sempre detto di non aver ucciso la sua mamma: nessuno crede più alle sue bugie”, dice Michele Rea, fratello di Melania. “Con il suo comportamento Parolisi non ha mai dimostrato di volerle veramente bene, nemmeno quando la sua bambina è nata: mentre lei veniva alla luce, lui, il suo papà, non c’era. Era con la sua amante”, conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *