Sponsorizzazione della Nazionale ed anche iniziative positive del gioco nello sport

By | 22/12/2016
(Visite Totali 4 ---- Visite Oggi 1 )

Ancora non si spengono le polemiche sulla famosa sponsorizzazione della nostra Nazionale di Calcio con una società di scommesse e con un casino online autorizzato.

Se ne continua a parlare ed il “no” a questa iniziativa continua a fare proseliti e questo richiede un ulteriore intervento del Presidente del Coni, Giovanni Malagò, che ricorda e ribadisce che lo stesso Coni “non può intromettersi” nella questione. Questa precisazione segue l’Ordine del Giorno di un Comune nella provincia di Udine che si è espresso contro la sponsorizzazione della Nazionale di Calcio esprimendo il disappunto nei confronti della scelta effettuata dalla Federcalcio.
Il Coni era stato “chiamato in causa” dall’amministrazione del Comune di Campoformido in quanto lì ha sede una storica associazione calcistica che cerca, ovviamente, di trasmettere i valori dello sport sano a tantissimi bimbi iscritti e tesserati Figc. Il Presidente Malagò sottolinea, anche complimentandosi, il coraggio di questa presa di posizione del piccolo Comune, ma ha controbattuto che non è assolutamente di competenza del Coni “intromettersi nelle scelte delle federazioni” e di non poter intervenire in merito. E questa era una risposta dovuta al Comune.
Ma a parte questa discussa iniziativa di sponsorizzazione, possiamo anche sottolineare -e questo a gran voce- che il gioco propone iniziative positive destinate ai giovani come quella presentata da Lottomatica denominata “Vincere da grandi”, progetto sportivo, culturale e sociale destinato alle famiglie che purtroppo vivono in contesti di estremo disagio. Questo percorso conferma la convinzione in Lottomatica che attraverso il Gioco del Lotto si può instaurare una importante collaborazione tra pubblico e privato per realizzare, insieme, progetti di pubblica utilità e sociali.
L’iniziativa realizzata insieme al Coni ha come obbiettivo quello di offrire una opportunità per “vivere lo sport quale strumento di aggregazione sociale”.

Coni e Lottomatica, azienda che produce anche siti per giocare al casino online, che partecipa a “Vincere da grandi” con il proprio brand Il Gioco del Lotto, portano avanti questa iniziativa partita lo scorso 23 aprile che ha coinvolto, sino ad oggi, oltre 800 giovani toccando quattro tappe: il Foro Italico a Roma, Napoli Scampia, Palermo con Rachid Berradi atleta olimpico a Sidney 2000 di mezzofondo ed infine Milano nella zona di Quarto Oggiaro. Ora “Vincere da Grandi” arriva nella periferia di Roma presso la Ssd Calciosociale e, successivamente, a Rosarno, provincia di Reggio Calabria, dove i giovani potranno praticare gratuitamente varie discipline sportive.
Tutte le attività verranno seguite sempre da tecnici federali e da campioni olimpici che seguiranno i giovani nello svolgimento dei corsi di calcio, atletica, ginnastica ritmica e calcio freeestyle. Sono anche state studiate attività specifiche per i giovani con disabilità e tutti i partecipanti avranno a disposizione un kit di abbigliamento sportivo. L’obbiettivo comune, dichiaratamente e fermamente, è quello di portare lo sport alla portata di tutti e Coni ed il Gioco del Lotto stanno ottenendo con questa iniziativa degli ottimi risultati promuovendo lo sport, la cultura ed il sociale come crescita della comunità.
A volte il gioco fa “anche” qualcosa di buono, entra nel sociale, nel territorio forse in punta dei piedi e senza tanta pubblicità. Peccato però che queste iniziative, fatte dal mondo del gioco d’azzardo, non vengano menzionate nÈ dai media nÈ dai politici e rimangono solo e soltanto interventi socialmente utili. Pazienza, tanto il gioco è abituato a questi trattamenti, l’unica speranza è che questo alla fine terminerà e si riuscirà a trovare ufficialmente uno spazio nel sociale anche per questo settore che può fare, ovviamente, tanto di più.