Moto GP, troppe ali sulle moto, ora basta

By | 27/03/2016
(Visite Totali 6 ---- Visite Oggi 1 )

La commissione per il Gran Prix ha tollerato finora il proliferare di ali e alettoni sulle moto di categoria inferiore ma ora, dopo l’esordio delle ali aerodinamiche anche nella categoria superiore, ha deciso di tagliare. Basta ali sulle moto del GP, giapponesi con un’ala e italiane con biplani dovranno rassegnarsi, quindi, e rinunciarvi. La Commissione ha deciso un taglio drastico, non tollerando più, da subito, la presenza di alettoni sulle moto delle classi inferiori, mentre per la Moto 3 saranno tollerati ancora per quest’anno ma il divieto diventerà operativo anche in questa categoria dal 2017.

Saranno, dunque, ancora ammessi i disegni sulle carene delle moto finalizzati a deviare l’acqua sollevata dalla ruota anteriore, purché non abbiano alcuna valenza aerodinamica. I costruttori dovranno ingegnarsi a trovare qualche altra soluzione diversa dagli alettoni per migliorare l’aerodinamica delle loro moto e certamente, con difficoltà e ingegno, qualcosa escogiteranno, ma non saranno più ali.

Il pensiero è che in ogni caso le norme e i divieti valgono allo stesso modo per tutti, quindi se un’innovazione migliora le prestazioni di una moto, anche gli altri possono sempre adeguarsi, se vogliono. La decisione della commissione lascia, quindi, un po’ perplessi non trovando motivazioni valide a supporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *