Turismo e cultura a Sorrento per parlare della destagionalizzazione turistica

By | 02/04/2016
(Visite Totali 107 ---- Visite Oggi 1 )

Il turismo classico dei mesi di agosto e luglio non è più un turismo sostenibile né per gli operatori nè per i turisti. Prezzi più cari, meno godibilità dei luoghi a causa dell’affollamento, servizi turistici di qualità inferiore alla potenzialità; questi sono i problemi del turismo concentrato nei due mesi estivi più ambiti. L’unica maniera per superare questi problemi e offrire ai turisti i migliori servizi possibili è necessario destagionalizzare il turismo.

Di questo si parlerà negli incontri promossi e realizzati dalla Fondazione Biagio Agnes, nella persona di Simona Agnes a Sorrento dal 1 al 3 aprile, a cui parteciperanno anche grandi nomi della cultura e dei media. L’obiettivo è trovare degli attrattori che possano fungere da stimolo al turismo anche al di fuori dei mesi “canonici”, considerando che il turismo, oggi, non è più il mese stesi al sole in spiaggia: oggi il turismo è diversificato, sono molteplici sia le offerte turistiche che la domanda e occorre gestire queste due componenti in modo equilibrato e intelligente affinché l’esigenza e la soddisfazione dei turisti si incontri con l’offerta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *