Reggio Calabria, sacerdote aggredito e malmenato in parrocchia

By | 25/05/2017
(Visite Totali 18 ---- Visite Oggi 1 )

Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno avviato le indagini per risalire agli autori dell’aggressione. È stato aggredito a calci e pugni da un gruppo di almeno dieci persone, scrivono i giornali locali. Soccorso e trasportato in ospedale il parroco si trova ricoverato in prognosi riservata, ha riportato un ematoma cerebrale.

Subito dopo il ricovero, ai Riuniti di Reggio Calabria , però, don Giorgio è entrato in coma. “Il primo pensiero corre a don Giorgio – prosegue il presule – per la cui salute ho offerto stamattina la santa messa in San Pietro”.

Dai fotogrammi di un filmato di videosorveglianza si vedono sulla scena sette giovani tra i 16 e i 20 anni che circondano il sacerdote. Solo uno colpirebbe il sacerdote con calci e pugni. Il secondo pensiero è di condanna per il vile gesto compiuto. “L’episodio – si legge ancora nella nota della Prefettura reggina – è stato oggetto di esame nel corso dell’odierna riunione tecnica di coordinamento delle forze dell’ordine”. Mi rivolgo a voi genitori, che ancora bussate alle porte delle nostre chiese per chiedere i sacramenti per i vostri figli. “Sostenete l’azione educativa della scuola non schierandovi contro di essa per un sostegno antieducativo dei vostri figli quando sono ripresi per il mancato profitto scolastico o per motivi disciplinari“. E’ stato così che don Giorgio Costantino è sceso per dire loro di smetterla. È quanto afferma l’arcivescovo metropolita di Reggio Calabria-Bova, Giuseppe Fiorini Morosini in un messaggio ai sacerdoti e ai fedeli della diocesi dopo l’aggressione ai danni del sacerdote reggino, che ha 74 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *